Idroterapia per cani e gatti


In campo veterinario l'idroterapia è consigliata a tutti gli animali che presentano disturbi all'apparato locomotore di natura ortopedica e neurologica.

Idroterapia per cani e gatti

Per meglio capire quali siano gli effetti sull’organismo della terapia fisica in acqua (Idro chinesiterapia) occorre esaminare quali siano le risposte fisiologiche dell’organismo all’attività acquatica.

Il muoversi in acqua, a causa della maggiore resistenza al movimento, determina un incremento della frequenza cardiaca e del consumo di ossigeno rispetto alla  medesima attività svolta fuori dall’acqua.
Di conseguenza anche l’allenamento cardiaco e la sua resistenza all’affaticamento risultano aumentati.

Così temperatura dell’acqua compresa tra i 27° e 34° C e pressione idrostatica cioè, l’applicazione di una forza a un corpo, influiscono positivamente sia sulla frequenza cardiaca che sulla circolazione sanguigna. Allo stesso modo tutta la muscolatura nel complesso aumenta la forza di contrazione e la resistenza all’affaticamento.

Dal punto di vista ortopedico, il movimento in acqua, essendo sensibilmente differente da quello che avviene fuori dall’acqua, determina una maggiore ampiezza dell’escursione articolare. La diminuzione del carico su ogni singolo arto permette un più rapido ed efficace recupero funzionale. La percezione del dolore è diminuita sia per effetto del rilassamento offerto dalla presenza dell’acqua che dalla sua temperatura.

In base a tutto questo si può dire che l’idroterapia  è consigliata a tutti coloro che presentano disturbi all’apparato locomotore, con riduzione del carico sulle strutture ossee, muscolari, tendinee e legamentose danneggiate o in via di guarigione; dopo traumi, patologie, interventi chirurgici di natura ortopedica o neurologica.